Se a difenderci è rimasto il Tar

by Francesca on 24 settembre 2009

La notizia è stata data in sordina durante i notiziari delle 13. Adesso è nell”homepage del Corriere in bella vista: il Tar, ovvero il tribunale amministrativo regionale, ha accettato il ricorso di un avvocato e ha dichiarato che la giunta provinciale insediata a Taranto è illegittima. Frode? Voti truccati? Escort? No, no. Semplicemente  (desolantemente, direi): nessuna donna era contemplata in essa.

Dunque, tutto da rifare per il neoeletto presidente Gianni Florido, quota Pd.  Il quale ammette candidamente che lui una donna l”avrebbe anche messa in giunta, ma dai partiti non è arrivata alcuna proposta in tal senso.  Inutile dunque lamentarsi, inutile ricorrere al Tar (ma ben vengano sentenze come queste…chissà però che ne direbbero in Norvegia dove la legislazione predispone pari opportrunità sì, ma per gli uomini). Inutile protestare se poi dai partiti (ma anche dalla società civile, nella vita di ogni giorno) il maschilismo è duro a morire.

Ennesima dimostrazione, questa, che le quote rosa servono. Nessuna donna ne è entusiasta (non è Tra i giochi piu popolari che troverete in questo momento nelle piattaforme AAMS possiamo sicuramente citare la online roulette online gratis come uno dei prodotti che ha avuto il piu grande successo. che sia proprio piacevole sentirsi considerare dei panda), ma credo che una quota percentuale fissa e rigida di donne in politica (ma anche nei cda delle società) sia necessaria, almeno in una fase di transizione, per rimodernare il Bel Paese.

Sarebbe un beneficio per tutti e porterebbe a una maggiore meritocrazia (con le quote fisse mica posso mettere “sgallettate” ovunque…).
E chissà, magari il cosiddetto sesso debole imparerebbe a fare un po” di lobby (donne di Taranto, possibile che nessuna sia all”altezza della situazione?)

Immagine di dsevilla

Previous post:

Next post: